Al Pastori di Brescia un robot di mungitura all’avanguardia

Da oggi, all’istituto agrario Pastori di Brescia, le mucche potranno andare da sole alla mungitura. In completa autonomia e quando ne sentiranno il bisogno. Certo, è un’estrema semplificazione che però rende bene l’idea di quanto sia avanzata la tecnologia del nuovo robot installato con i fondi di un bando regionale.

Si tratta di una tecnologia all’avanguardia certificata secondo i criteri dell’agricoltura 4.0. In questo modo gli studenti della scuola bresciana potranno acquisire alcune di quelle competenze tecniche ormai imprescindibili nel settore agrozootecnico.

Con l’installazione di sensoristica all’avanguardia sulle macchine operatrici, gli alunni avranno la possibilità di vivere in prima persona il processo di transizione digitale che stanno affrontando le imprese a livello nazionale e internazionale. Il modo migliore per farsi trovare pronti nel prossimo futuro a esntrare nel mondo del lavoro.

Il robot di mungitura con sensoristica altamente avanzata è già operativo e pienamente al lavoro. Verranno poi acquisiti con il piano innovazione anche dei sensori digitali per l’analisi del latte, trattori e uno spettrometro per la stima della composizione dei foraggi e dei concentrati.

Per quanto riguarda invece il potenziamento è in fase di consegna un carro miscelatore semovente per ottimizzare le operazioni di alimentazione, ed è previsto anche un carro botte. In totale si tratta di un investimento di 450mila euro.

Attualmente è inoltre disponibile un nuovo bando, aperto fino al 20 dicembre, in cui anche gli istituti professionali potranno partecipare.

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteCina: lanciati due satelliti spaziali per esperimenti
Articolo successivoTrasporti, dal 23 dicembre scatta l’orario natalizio