Telegram
Telegram

Sei risultati utili consecutivi in Champions, quarta vittoria di fila in casa. Numeri da grande quelli dell’AN Brescia che alla Mompiano ha schiantato 14-8 il Barceloneta. Obiettivo raggiunto, il secondo posto ora appartiene a Bovo e i suoi. Un risultato all’interno del quale sono passate tante fasi di crescita da inizio stagione a oggi.

Una cosa è certa, incassare 8 gol dal Barceloneta è sinonimo di una grande difesa che a tratti avrebbe potuto anche lavorare meglio. Nella serata di Champions è anche l’attacco a brillare. Tiri forti, decisi nati da manovre fluide. Un attacco che osa, perché questo serve in Europa. L’AN Brescia vista contro il Barceloneta è con ogni probabilità la migliore della stagione.

Partita che inizia veloce e senza nemmeno accorgersene il tabellone recita 3-2 per i leoni. Il primo quarto è così: dinamico, veloce con difese che concedono qualcosina. A spiccare è sicuramente il gol di Muslim con una beduina spalle alla porta.

Telegram
Telegram

Secondo periodo che vede un Barceloneta più attento in fase difensiva, ma l’AN è cinica e sfrutta al meglio le poche occasioni concesse dagli uomini di Bovo. Figlioli e Rizzo infilano due gol capolavoro bucando un Lopez Pinedo da 4 in pagella.

Nel terzo e ultimo periodo gli ospiti cambiano e l’allenatore dei catalani butta nella mischia il secondo portiere, Miguel Linares. L’AN Brescia ne approfitta con tiri da fuori potenti e precisi che non lasciano scampo al Barceloneta che negli ultimi due periodi incassa ben 7 gol realizzandone solo 4.

Al fischio finale i mille della Mompiano sono in visibilio di fronte ad un AN Brescia che non è solo bella, ma anche vincente e tra due settimane c’è un trofeo da andare a prendere.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedente6° compleanno della Metro, Del Bono: “57 milioni di passeggeri”
Articolo successivoAN Brescia, Presciutti: “Bel risultato, ma non abbassiamo la guardia”