Telegram
Telegram

Fine della corsa, stop ai sogni di gloria. La stagione strepitosa della Centrale del Lette sferc Brescia si ferma a Piacenza nella terza gara dei quarti di finale playoff di Serie A2. La squadra di coach Roberto Zambonardi esce sconfitta per 3-0 sul campo degli emiliani ma comunque tra gli apllausi dei propri sostenitori. Perchè la stagione che si chiude è stata quella del record di vittorie, dei mesi trascorsi in vetta alla classifica, della grande cavalcata che ha portato l’Atlantide Pallavolo a giocarsi qualcosa di magico ed unico come il passaggio in serie A1. Onore e merito va dato anche alla fortissima Piacenza capace di regolare la Centrale del Latte Sferc in tre set. Vero è che la formazione capitanata da Simone Tiberti è arrivata all’appuntamento chiave non nelle migliori condizioni possibili non potendo contare sull’esperienza di Alberto Cisolla e la freschezza di Valsecchi. Piacenza sorride e ringrazia avanzando nella serie dopo una battaglia sportiva durata circa un’ora e mezza. Dopo un primo set combattuto terminato 31 a 29 in favore dei padroni di casa, Piacenza metteva la freccia del sorpasso nei restanti due set chiusi rispettivamente sul 25 a 16 e 25 a 19. Pomeriggio non certo idilliaco per le bocche da fuoco biancoazzurre con Bisi autore di 20 punti e Milan solo di 10. Nonostante il ko e l’eliminazione l’Atlantide esce dal campo a testa altissima consapevole di aver disputato una grande stagione. Su questa base si fonderà la struttura per il prossimo campionato.

 

Telegram
Telegram
Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteRovato, 100mila euro per ricostruire le mura venete
Articolo successivoArresti domiciliari per il sindaco di Cimbergo. 27 indagati per appalti pilotati