Kay Feske, un architetto tedesco, non avrebbe mai immaginato che un giorno sarebbe stato conosciuto come "l'uomo delle salsicce" nella provincia insulare dell'Hainan, nella Cina meridionale. La storia di Feske risale al 2003, quando incontrò la sua futura moglie Yang Aiwei, che allora studiava progettazione del paesaggio in Germania e lavorava come stagista nello stesso studio di architettura di Feske. Finirono gradualmente per innamorarsi, ma dovettero affrontare una separazione l'anno successivo, quando Yang si trasferì nell'Hainan per un progetto. Alcuni mesi più tardi, Feske decise di prendersi alcune settimane di ferie per visitarla nell'Hainan. Era stato inizialmente pianificato come un breve viaggio. Al suo arrivo, però, Feske trovò che la provincia insulare assomiglia un po' alla sua città natale di Rostock, caratterizzata da agricoltura e turismo, e restò immediatamente incantato dal suo fascino unico. La coppia decise di sistemarsi nell'Hainan. Si sposarono nel 2005 e aprirono il loro primo studio di progettazione architettonica l'anno successivo. Come architetti con numerosi progetti in tutta l'isola, Feske e Yang trascorsero molto tempo in alberghi, dove scoprirono che la maggior parte dei prodotti insaccati provenivano principalmente da grandi città come Pechino e Shanghai. "Come tedesco, ho familiarità con le salsicce, perché sono parte della nostra dieta quotidiana", ha spiegato Feske. "Perché devono arrivare dal lontano nord?", pensò tra sé. La coppia avvertì anche un potenziale nel mercato agricolo dell'Hainan. Di conseguenza, dopo aver gestito lo studio di architettura per 10 anni, si avventurarono nella loro seconda attività di lavorazione della carne, e cominciarono da capo. Hanno fondato la loro azienda nella città di Ding'an nel 2015, con uno stabilimento di 500 metri quadrati. Hanno importato tutti i macchinari dalla Germania e hanno anche assunto un macellaio professionista dal Paese. Le loro salsicce, caratterizzate da una combinazione di tecniche culinarie tedesche e ingredienti locali cinesi, hanno avuto successo immediato, guadagnando particolare popolarità negli hotel e nei ristoranti dell'Hainan. Di conseguenza, Feske si è guadagnato il soprannome di "uomo delle salsicce". Nel corso degli anni, l'attività delle salsicce è fiorita e il mercato del suo prodotto si è esteso dall'isola ad altre città come Shanghai e Guangzhou. Per soddisfare la maggiore domanda del mercato, hanno cominciato a costruire un nuovo stabilimento nel 2019 con l'aiuto del governo locale, che dovrebbe avviare la produzione a dicembre di quest'anno. La produzione giornaliera dovrebbe aumentare da 1,5 tonnellate a quasi 10 tonnellate dopo che il nuovo stabilimento sarà messo in servizio. Avendo vissuto nell'Hainan per 18 anni, Feske ha detto di aver visto "cambiamenti incredibili" in tutta l'isola. "Ho visto molto sviluppo e le persone sono sempre state molto gentili con me. E' come casa mia". Dal 2020, l'Hainan ha ufficialmente inaugurato la costruzione del porto di libero scambio. Feske ritiene che aiuterà immensamente la sua attività in futuro, specialmente nel settore dell'import-export. L'architetto tedesco divenuto imprenditore ha detto di essere molto fiducioso in merito al futuro dell'Hainan, e che la provincia ha un grande potenziale. "Spero davvero che il porto di libero scambio possa attirare più aziende internazionali a stabilire qui filiali o le loro sedi, e portare più stranieri nell'Hainan", ha aggiunto. Con il nuovo stabilimento, Feske punta a rendere il suo marchio di salsicce più noto non solo nell'Hainan, ma in tutta la Cina. Sta anche valutando di vendere le sue salsicce in altri Paesi, specialmente nell'Asia sud-orientale.
Telegram

Kay Feske, un architetto tedesco, non avrebbe mai immaginato che un giorno sarebbe stato conosciuto come “l’uomo delle salsicce” nella provincia insulare dell’Hainan, nella Cina meridionale.

La storia di Feske risale al 2003, quando incontrò la sua futura moglie Yang Aiwei, che allora studiava progettazione del paesaggio in Germania e lavorava come stagista nello stesso studio di architettura di Feske.

Finirono gradualmente per innamorarsi, ma dovettero affrontare una separazione l’anno successivo, quando Yang si trasferì nell’Hainan per un progetto. Alcuni mesi più tardi, Feske decise di prendersi alcune settimane di ferie per visitarla nell’Hainan.

Telegram

Era stato inizialmente pianificato come un breve viaggio. Al suo arrivo, però, Feske trovò che la provincia insulare assomiglia un po’ alla sua città natale di Rostock, caratterizzata da agricoltura e turismo, e restò immediatamente incantato dal suo fascino unico.

La coppia decise di sistemarsi nell’Hainan. Si sposarono nel 2005 e aprirono il loro primo studio di progettazione architettonica l’anno successivo.

Come architetti con numerosi progetti in tutta l’isola, Feske e Yang trascorsero molto tempo in alberghi, dove scoprirono che la maggior parte dei prodotti insaccati provenivano principalmente da grandi città come Pechino e Shanghai.

“Come tedesco, ho familiarità con le salsicce, perché sono parte della nostra dieta quotidiana”, ha spiegato Feske. “Perché devono arrivare dal lontano nord?”, pensò tra sé.

La coppia avvertì anche un potenziale nel mercato agricolo dell’Hainan. Di conseguenza, dopo aver gestito lo studio di architettura per 10 anni, si avventurarono nella loro seconda attività di lavorazione della carne, e cominciarono da capo.

Hanno fondato la loro azienda nella città di Ding’an nel 2015, con uno stabilimento di 500 metri quadrati. Hanno importato tutti i macchinari dalla Germania e hanno anche assunto un macellaio professionista dal Paese.

Le loro salsicce, caratterizzate da una combinazione di tecniche culinarie tedesche e ingredienti locali cinesi, hanno avuto successo immediato, guadagnando particolare popolarità negli hotel e nei ristoranti dell’Hainan. Di conseguenza, Feske si è guadagnato il soprannome di “uomo delle salsicce”.

Nel corso degli anni, l’attività delle salsicce è fiorita e il mercato del suo prodotto si è esteso dall’isola ad altre città come Shanghai e Guangzhou.

Per soddisfare la maggiore domanda del mercato, hanno cominciato a costruire un nuovo stabilimento nel 2019 con l’aiuto del governo locale, che dovrebbe avviare la produzione a dicembre di quest’anno. La produzione giornaliera dovrebbe aumentare da 1,5 tonnellate a quasi 10 tonnellate dopo che il nuovo stabilimento sarà messo in servizio.

Avendo vissuto nell’Hainan per 18 anni, Feske ha detto di aver visto “cambiamenti incredibili” in tutta l’isola. “Ho visto molto sviluppo e le persone sono sempre state molto gentili con me. E’ come casa mia”.

Dal 2020, l’Hainan ha ufficialmente inaugurato la costruzione del porto di libero scambio. Feske ritiene che aiuterà immensamente la sua attività in futuro, specialmente nel settore dell’import-export.

L’architetto tedesco divenuto imprenditore ha detto di essere molto fiducioso in merito al futuro dell’Hainan, e che la provincia ha un grande potenziale.

“Spero davvero che il porto di libero scambio possa attirare più aziende internazionali a stabilire qui filiali o le loro sedi, e portare più stranieri nell’Hainan”, ha aggiunto.

Con il nuovo stabilimento, Feske punta a rendere il suo marchio di salsicce più noto non solo nell’Hainan, ma in tutta la Cina. Sta anche valutando di vendere le sue salsicce in altri Paesi, specialmente nell’Asia sud-orientale. (Xin) © Xinhua

Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteDentroCasa Expo, ultimo giorno al Brixia Forum
Articolo successivoDate uno sguardo a Nanchang, città internazionale di zone umide