In consegna le mascherine a Brescia
Impacchettamento di 70mila mascherine da parte della Protezione Civile per combattere il coronavirus - covid19 Brescia 8 aprile 2020 Ph Christian Penocchio
Telegram
Telegram


A Brescia sono in consegna le mascherine. Il Comune al momento dispone di poco più di 100mila mascherine monouso, 50.200 inviate da Regione Lombardia e arrivate in città mercoledì mattina. Sempre mercoledì ne sono arrivate altre 10mila in dono dalla comunità cinese a cui se ne aggiungeranno oggi altre donate dall’ordine dei medici e le circa 30mila già in possesso del Comune.

Verranno assegnate sette mascherine per ogni componente di un nucleo familiare nel quale ci sia una persona in isolamento obbligatorio o fiduciario. Sulla base dei dati ricevuti da Ats si parla – per il momento – di 956 famiglie, per un totale di 3.315 persone. Verrà quindi consegnato a domicilio un totale di 23.205 mascherine.

Alle 171 persone che si trovano in isolamento e vivono da sole saranno consegnate tre mascherine per un totale si poco superiore a 500. Alle strutture che gestiscono i dormitori andranno quattromila mascherine prevedendone una al giorno per ospite.

Ai Consigli di quartiere saranno assegnate 33mila mascherine, che saranno suddivise proporzionalmente. Alla consegna provvederanno i singoli Consigli che potranno individuare i potenziali destinatari. I Punti comunità riceveranno 15mila mascherine in totale, mentre 25mila mascherine saranno suddivise fra le associazioni che si occupano di anziani e disabili e tra i sindacati dei pensionati. Le rimanenti resteranno a disposizione per eventuali ulteriori urgenze.

Telegram
Telegram

Il magazzino della Protezione Civile in via Marconi è stato allestito come punto di confezionamento delle mascherine da consegnare.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteBoom di richieste per la mascherina Made in Brescia
Articolo successivoDal Comune 500 tablet e pc per gli studenti a casa