Telegram
Telegram

In attesa dei primi convogli a idrogeno, previsti per il 2023, la linea Brescia-Iseo-Edolo si rinnova anche in alcune sue stazioni. Per essere più precisi Regione Lombardia ha approvato i progetti di fattibilità per riqualificare le stazioni di Castegnato, Bornato e Borgonato.

L’investimento totale ammonta a 11.3 milioni di euro suddivisi in 3.429.441 euro per Castegnato, 4.072.404 euro per Bornato e 3.798.154 euro per Borgonato.

“Le stazioni di Castegnato, Bornato e Borgonato saranno interessate da opere di potenziamento infrastrutturale che consentiranno di gestire l’esercizio ferroviario e la circolazione dei treni in maniera più efficiente ed efficace – ha commentato l’assessore regionale Terzi – I lavori ferroviari si accompagnano anche a opere di sistemazione che renderanno le tre stazioni più sicure e moderne: saranno realizzati infatti nuovi sottopassi e sovrappassi, ascensori e pensiline”.

Telegram
Telegram

Le opere prevedono nel dettaglio:

• modifica del piano di armamento e rinnovo con risanamento della sovrastruttura ferroviaria

• adeguamento dell’impianto di segnalamento e sicurezza della circolazione ferroviaria

• adeguamento dell’altezza dalla quota ferro delle banchine ferroviarie

• realizzazione di un sottopasso ciclopedonale con corpi scala e rampe di accesso alle banchine ferroviarie per gli impianti di Castegnato e Borgonato

• realizzazione di un sovrappasso pedonale con corpi scala e rampe di accesso per l’impianto di Borgonato

• demolizione degli attraversamenti dei binari a raso

• realizzazione di rampe di accesso dal piazzale esterno all’impianto di stazione, necessarie per raggiungere le nuove banchine (adeguamento h 550 mm) con l’eliminazione delle barriere architettoniche

• realizzazione di pensiline sulle banchine di stazione

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteContabile “infedele” ruba quasi 800mila euro all’azienda in cui lavora
Articolo successivoPosticipato al 7 gennaio l’inizio dei saldi invernali