Carabinieri delle Stazioni di Edolo e Vezza d’Oglio, hanno arrestato in flagranza di reato un 53 enne, incensurato, residente a Sonico per “detenzione e porto illegale di arma comune da sparo, minaccia aggravata dall’uso delle armi ed accensioni ed esplosioni pericolose”.

I militari hanno accertato che l’uomo uscito dalla propria abitazione di Sonico, imbracciando un fucile da caccia monocanna, ha sparato due colpi in direzione del crossodromo distante una cinquantina di metri da casa.

L’attività è gestita da un’associazione sportiva dilettantistica del luogo.

Telegram

Al momento dei fatti erano presenti una decina di spettatori e una ventina di motociclisti impegnati sulla pista.

Per fortuna i due colpi non hanno ferito nessuno dei presenti.

Il gesto , sulla base degli accertamenti dei Carabinieri, è da ricondurre a vecchi screzi tra l’uomo e i gestori del crossodromo a causa dei rumori molesti causati dall’attività.

Dopo la richiesta pervenuta al 112, i militari hanno perquisito l’abitazione del 53enne. In cucina, nascosto tra il frigorifero e un mobile, hanno rinvenuto l’arma e due bossoli che erano stati appena esplosi.

L’uomo inizialmente ha negato le proprie responsabilità, ma poi ha provato a difendersi, riferendo di aver sparato a una volpe.

L’arma e le 40 munizioni rinvenute in casa e sottoposte a sequestro erano detenute illegalmente.

L’arresto è stato convalidato e il Giudice ha applicato la misura dell’obbligo di firma.

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!