Telegram
Telegram

Condanna in primo grado a tre anni e 6 mesi confermata anche in appello. Questa la decisione della corta d’appello a carico del ragazzo di 16 anni che nel dicembre 2017 fa veniva scoperto con 15 chili di cocaina nascosti tra cantina, zaino e automobile.

L’accusa aveva chiesto che la pena fosse riformata in cinque anni e dieci mesi, richiesta però non accolta. All’epoca dei fatti il ragazzo veniva scoperto con 3 chili e mezzo di cocaina nello zainetto insieme ad un bilancino di precisione. Andando a fondo nelle indagini, la Guardia di Finanza riuscì inoltre ad intercettare altra droga nascosta nella cantina di casa. Mesi dopo anche i genitori del minore finirono sotto indagine nell’ambito di una maxi-operazione sul traffico di droga che partiva dall’Olanda per passare dalla Germania per poi arrivare fino alla nostra provincia.

Papà e mamma, diversamente dal figlio, non sono stati arrestati, ma sono indagati a piede libero per aver gestito parte del denaro che proveniva dallo spaccio.

Telegram
Telegram

 

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteBrescia, trovato in via Nullo il corpo di una donna
Articolo successivoCaso di scabbia alla “materna” di Castenedolo