6chic | grafica . internet . stampa . visual

L’Aula del Senato ha approvato la risoluzione presentata dalla maggioranza sulla proroga dello stato di emergenza.

Il testo, presentato dopo le comunicazioni del presidente del Consiglio Giuseppe Conte e che ha ricevuto il parere favorevole dell’esecutivo, ha avuto il via libera con 157 voti favorevoli, 125 contrari e tre astenuti.

La risoluzione impegna il governo a indicare “come termine ultimo per lo stato di emergenza nazionale il 15 ottobre 2020” e a “definire, altresì, con norma primaria le eventuali misure di limitazione di libertà fondamentali”.

6chic | grafica . internet . stampa . visual

Il riferimento alle norme primarie indica la necessità di intervenire con decreti legge, quindi non con dpcm, per eventuali nuove limitazioni.

Il documento impegna anche il governo “a individuare gli spazi più adatti ad accogliere le operazioni di celebrazione della tornata elettorale e referendaria dei prossimi 20-21 settembre, preferendo la scelta di non svolgere dette procedure all’interno degli edifici scolastici”.

La maggioranza, infine, chiede al governo di “assicurare il pieno coinvolgimento del Parlamento nelle fasi attuative dello stato di emergenza”. © Agenzia Nova – Riproduzione riservata

6chic | grafica . internet . stampa . visual