Potrebbero iniziare il prossimo lunedì le somministrazioni delle terze dosi del vaccino anti-covid per gli over 80 in Lombardia, le cosiddette dosi “booster”. Rimane il condizione poiché attualmente non vi è ancora un’ufficialità, ma sembra sia arrivato il via libera.

Le dosi booster sono così chiamate perché hanno l’obiettivo di dare una spinta in più, in buona sostanza aumentare la copertura ottenuta mesi fa con le prime due inoculazioni. È quindi un discorso ben diverso rispetto alla terza dose “addizionale” dedicata agli immunocompromessi e trapiantati a quattro settimane dalla seconda iniezione.

Per i lombardi più anziani potrebbe quindi aprirsi nel fine settimana la possibilità di prenotare la propria dose booster che non può essere fatta se non sono trascorsi almeno sei mesi dalla seconda dose. Questo significa che i primi dovrebbero essere coloro che hanno completato il ciclo lo scorso mese di marzo.

Inizialmente le somministrazioni saranno ancora effettuate nei centri vaccinali, ma poi dal 20 ottobre (forse dal 18 a Brescia) dovrebbe divenire possibile vaccinarsi anche nelle farmacie aderenti. In ogni caso questa dose sarà effettuata con i sieri a mRna Pfizer o Moderna.

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteDraghi: “Oggi la transizione ecologica non è una scelta, è una necessità”
Articolo successivoLombardia ancora bianca, Fontana: “Prossime settimane determinanti”