Terza vittima in pochi giorni sulle montagne di Brescia
foto d'archivio

Un’altra vittima sulle montagne bresciana, la terza in pochi giorni in Valle Camonica e la seconda a causa di una caduta. Mercoledì sera i soccorsi formati dalle squadre del Soccorso alpino lombardo, Soccorso alpino Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco erano impegnati nelle operazioni di ricerca di un’anziano disperso quando una persona ha individuato il suo cadavere in un canale.

Siamo nei sentieri della Sacca di Esine e la vittima è il settantenne Riccardo Pelamatti, residente a Montecchio di Darfo. L’uomo era uscito in mattinata per una passeggiata e non aveva fatto più rientro. Non avendo sue notizie, era stato lanciato l’allarme ma tutto si è tragicamente concluso con il ritrovamento del suo corpo senza vita.

Per il recupero della salma è stato necessario l’intervento dell’elicottero di Areu decollato da Bergamo. Un medico e un tecnico sono stati calati con il verricello e hanno constatato il decesso dell’uomo.

Come detto è la terza vittima da domenica dopo Evelina Tomasoni, morta in ospedale dopo essere stata colpita da un fulmine sul monte Guglielmo e Antonio Fratus, a sua volta caduto in un burrone nei pressi della Corna Trentapassi.

Articolo precedenteCina: Shanghai ospiterà Forum di Lujiazui a inizio giugno
Articolo successivoCina: Pechino, apre prima zona per sedi di enti internazionali sci-tech