6chic | grafica . internet . stampa . visual
Restart
Demo banner - Articolo top+bottom desktop
6chic | grafica . internet . stampa . visual
Demo banner - Articolo top+bottom/Home mobile e Sidebar desktop/mobile 300x250
Restart
Telegram

Tumori al cervello. Come riporta il “Corriere Brescia”, ogni anno dalla città alla provincia sono circa un centinaio le neoplasie che colpiscono l’encefalo. Il dato, sarebbe in linea con la media nazionale, ma a differenza di altre neoplasie, è la gravità la caratteristica di questo tipo di tumore.

Per quanto riguarda, ad esempio, il tumore al seno, la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi è dell’87% e al colon invece è del 65%. Una persona che sviluppa un tumore al cervello, dopo cinque anni dalla scoperta, è ancora in vita solo nel 24% dei casi.

La buona notizia è che fino a pochi anni fa la sopravvivenza era molto limitata, 12-28 mesi, ma la ricerca ha permesso di fare grandi passi in avanti, come ricorda il professor Marco Fontanella, primario della Neurochirurgia degli Spedali Civili di Brescia.

Demo banner - Articolo top+bottom desktop
Restart
6chic | grafica . internet . stampa . visual
Restart
Demo banner - Articolo top+bottom/Home mobile e Sidebar desktop/mobile 300x250
6chic | grafica . internet . stampa . visual
Telegram

L’invecchiamento della popolazione, è naturalmente un fattore che aumenta la possibilità di sviluppare un tumore del genere, guardando Brescia, l’incidenza del tumore del sistema nervoso centrale è di 4,5 casi ogni 100mila nelle persone di età compresa tra i 40 e i 44 anni, ma sale a 18,4 per i 65-69 e arriva a 22 casi tra 60 e gli 80 anni.

Tra il sesso maschile e quello femminile, sono gli uomini i più colpiti rispetto alle donne per questo tipo di neoplasia.

Demo banner - Articolo top+bottom desktop
6chic | grafica . internet . stampa . visual
Restart
Telegram
Demo banner - Articolo top+bottom/Home mobile e Sidebar desktop/mobile 300x250
6chic | grafica . internet . stampa . visual
Restart