Telegram
Telegram

La Regione ha attivato 3 azioni di pronto intervento da parte dell’Utr di Brescia stimati in 700-800.000 euro a seguito dei forti temporali di questa notte che hanno provocato l’esondazione di due torrenti in provincia di Brescia.
 
La Sala operativa regionale, in merito agli eventi accaduti nei comuni di Niardo e Braone, ha registrato cumulate massime di pioggia pari a 187 millimetri, cadute in due ore, nel raggio di pochi chilometri quadrati nella sola area bresciana.
 
A scopo precauzionale 30 persone presso l’area di Niardo rimangono evacuate, mentre proseguono le operazioni per la rimozione dei detriti dal manto stradale, coordinate da sindaco, Utr, Provincia di Brescia e Vigili del fuoco.
 
Sono invece rientrate nelle proprie abitazioni le persone evacuate nella notte a Braone in quanto non sussiste più il pericolo di fuga di gas. Al momento non è stata ritenuta necessaria l’attivazione della Colonna Mobile Regionale. Permane invece l’interruzione della linea ferroviaria.
 
La situazione continua a essere costantemente monitorata, in quanto si segnala la probabile ripresa di fenomeni temporaleschi a decorrere dal pomeriggio di oggi. È infatti in corso un’allerta gialla per temporali e, dalle 18 di oggi, anche per rischio idrogeologico.
Regione Lombardia ha inoltre messo a disposizione di tecnici e amministratori un elicottero per un sorvolo delle zone a monte delle aree colpite e sta supportando il Comune nelle attività di competenza, anche per l’attuazione di interventi di difesa del suolo a tutela della pubblica incolumità.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteCovid, in calo il numero dei ricoverati e il tasso di contagiosità
Articolo successivoAlluvione in Val Camonica, l’allarme di Coldiretti