Azione Universitaria, “visita Mattarella anche con i soldi degli studenti”
Telegram
Telegram

Servizio audio e video € 11.000,00, allestimento floreale € 2.300,00, totem € 4.000,00, fasce per sedute € 4.500,00, pranzo per 43 persone € 1.500,00.



Carlo Andreoli, coordinatore di Azione Universitaria Brescia, documenti alla mano sciorina alcuni dei costi che l’Università di Brescia ha sostenuto per la presenza a Brescia del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella in occasione dell’inaugurazione dell’Anno Giudiziario.

Telegram
Telegram

Ma quello che indigna di più Azione Universitaria, oltre ai costi esorbitanti e ingiustificati, sono i € 1.050,00 che l’Università ha prelevato, senza averne alcun titolo, dal Fondo Studenti.

Il “caso” era uscito grazie ad un esposto anonimo di alcuni dipendenti dell’Università presentato in Procura.

“Il Rettore Tira ha sempre definito infondati i numeri espressi in quell’esposto -ribadisce Andreoli- ma ora che abbiamo ottenuto dall’Università la documentazione di quanto è stato speso, vediamo invece che i numeri erano quelli” .

Andreoli chiede all’Università, ora, di “chiedere scusa agli studenti per aver utilizzato soldi del Fondo Studenti” e di destinare questi € 1.050,00 all’istituzione di una Borsa di Studio intitolata al ricercatore italiano ucciso lo scorso dicembre, Davide Giri.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteInzaghi: “Mi piace vedere la personalità della squadra”
Articolo successivoPositività al 14,5% in regione. A Brescia 4.328 casi