Telegram
Telegram

Maglia nera per il 2018 dei pendolari bresciani ed a certificarlo sono i numeri.

Con le tre peggiori direttrici della regione (Lecco-Bergamo-Brescia, Brescia-Piadena-Parma e Brescia-Cremona) che riportano disservizi cronici al punto da costringere trenord a risarcire gli utenti del 30% del loro abbonamento per un periodo che va dagli 11 ai 12 mesi, la società nata da una compartecipazione di Trenitalia e regione Lombardia si è dimostrata incapace di erogare un servizio accettabile.

A questo infelice trittico si aggiunge anche la tratta Verona-Brescia-Treviglio-Milano che, seppur era partita bene ad inizio anno, ha poi dovuto fare i conti con la tragedia Di Pioltello del 25 gennaio (3 morti) che gli ha fatto accumulare ritardi per tutto il resto dell’anno.

Telegram

Mosca bianca in questo panorama dalle tinte fosche è la tratta Brescia-Iseo-Edolo che è riuscita a mantenere un livello di affidabilità sempre al di sotto della soglia limite.

Purtroppo però questo è un caso raro poiché solo 5 sulle 41 direttrici gestite dalla società non hanno mai dovuto erogare risarcimenti.

Per arginare la situazione di disagio sono due gli interventi avviati: l’assunzione di nuovo personale attualmente in fase di formazione e l’innesto di 161 nuovi convogli che andranno a sostenere l’ormai obsoleta flotta ereditata da Trenitalia

Con questi due interventi la speranza è di poter vedere un miglioramento qualitativo già nel 2019, tuttavia l’emergenza non vedrà il suo capolinea prima della metà del 2020. 

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!