Foto di Flavio Bianchi (foto dalla pagina Instagram del giocatore)
Telegram
Telegram

Ecco il mercato del Brescia che si accende. Cellino e Marroccu pare abbiano chiuso per Flavio Bianchi, attaccante classe 2000 di proprietà del Genoa. La conferma arriva dallo staff di ‘gianlucadimarzio.com’. L’acquisto della punta italiana pare possa finalmente sbloccare la cessione di Spalek al Crotone, voce che circola ormai da qualche settimana.

Punta centrale dotata di buona tecnica, Flavio Bianchi è cresciuto nelle giovanili del Genoa. Negli anni è poi passato all’under17 rossoblù fino all’under19, dove nell’annata 2017-2018 è stato girato in prestito alla formazione della stessa categoria del Torino. Tornato a Genova nell’anno successivo è passato alla prima squadra nel 2020-2021, dove è stato girato in prestito alla Lucchese, nella stessa stagione, per un anno.

Tornato alla base genoana aveva iniziato questa stagione con la prima con la quale ha giocato in 7 partite, mettendo a referto un gol (contro l’Empoli, per il 2-2 finale, il 5 novembre 2021). Dopo aver iniziato l’anno giocando poco, ma venendo sempre convocato, nella parte centrale del girone di andata è stato più volte “buttato nella mischia” in questo complicato anno per il “Grifone”. Nelle ultime 7 partite del Genoa è stato convocato soltanto una volta, rimanendo però seduto in panchina per tutti i 90 minuti. Era aria, insomma, di cessione, almeno per fare esperienza.

Telegram
Telegram

Ora Bianchi vorrà sicuramente dimostrare il proprio valore, aiutando il Brescia a raggiungere la promozione, per tornare così – anche lui – a giocare subito in Serie A.

L’altra trattativa

Sempre secondo quanto arriva da ‘gianlucadimarzio.com’, sembra che la società biancazzurra stia per chiudere anche un affare in difesa: pare sia infatti molto vicino (dovrebbero mancare solo i dettagli) Davide Adorni, centrale difensivo del Cittadella classe 1992.

Alla scadenza del calciomercato (manca ormai solo una settimana) arrivano due regali dalla società per mister Filippo Inzaghi. Il tecnico piacentino avrà dunque due nuove frecce nel suo arco per provare ad arrivare in fondo al campionato di Serie B, portando così la squadra alla promozione. Compito complicato, soprattutto in un torneo come quello cadetto, fatto di insidie e di sorprese.

Anche le altre formazioni che gravitano nelle “zone nobili” della graduatoria si sono rinforzate, per rendere ancora più avvincente ed equilibrata la sfida per la Serie A.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteL’AN torna in vasca per la Champions contro lo Spalato
Articolo successivoPositività al 12,4% con meno test. In regione 87 decessi