Telegram

Gli archeologi hanno trovato un epitaffio risalente alla dinastia Ming (1368-1644) nella provincia dell’Hebei, nella Cina settentrionale, secondo quanto affermato dalle autorità locali.

L’epitaffio, dell’anno 1606 e trovato in un villaggio nella municipalità di Dongsanzhao, distretto di Nanhe della città di Xingtai, ed è stato identificato come l’epitaffio funerario dei genitori di un funzionario governativo di nome Li Ruogui.

Lungo e largo 80 cm e con uno spessore di 17 cm, l’epitaffio è realizzato in pietra blu con incisi 1.235 caratteri cinesi, secondo il dipartimento di protezione dei reperti culturali del distretto.

Telegram

L’epitaffio registrava il trasferimento, l’eredità e lo sviluppo della famiglia e la storia della vita dei proprietari della tomba, fornendo anche un’indicazione delle condizioni di vita nell’Hebei meridionale a quel tempo.

Lan Jianhui, un esperto di letteratura e storia a Xingtai, ha affermato che l’epitaffio è ben conservato e ricco di informazioni, il che ha un alto valore storico per lo studio della politica, della cultura e della vita sociale nell’Hebei centrale e meridionale durante la dinastia Ming. (Xin) © Xinhua

Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteCina: fiera degli investimenti a Shenyang, accordi per quasi 500 mld di yuan
Articolo successivoLoggia 2023, centro-sx al primo confronto: “avanti insieme”. Parte il “Monopoli”