I paleontologi cinesi hanno scoperto il fossile di una nuova specie di rettile marino, risalente a 244 milioni di anni fa, nella contea di Luoping, nella provincia dello Yunnan, nel sud-ovest della Cina.

La specie, chiamata Luopingosaurus, è un rettile marino simile a una lucertola. È noto come pachipleurosauro e ha una bocca lunga e appuntita, che raggiunge più di mezzo metro di lunghezza.

Il lungo muso, che rappresenta oltre la metà della sua testa, ha consentito al rettile di catturare le prede potendo ridurre in gran parte la resistenza durante gli inseguimenti in acqua, ha detto Shang Qinghua, ricercatore dell’Istituto di paleontologia dei vertebrati e paleoantropologia dell’Accademia cinese delle scienze.

La scoperta ha fornito nuove informazioni sulla prima evoluzione del pachipleurosauro, ha aggiunto Shang.

Secondo lo studio, le zampe anteriori del rettile avevano più falangi, rendendo le sue pinne più flessibili quando cambiava direzione nell’acqua. La scoperta rappresenta anche la più antica testimonianza fossile di Sauropterygia con falangi multiple.

Lo studio ha anche indicato che durante il processo evolutivo, la capacità di presa laterale dei pachipleurosauri per piccoli pesci e altre prede è gradualmente aumentata, ma l’efficienza della deglutizione dopo la presa è gradualmente diminuita.

Anche il primo rettile marino scoperto in Cina era un pachipleurosauro, vale a dire il Keichousaurus, trovato nel 1957.

Lo studio è stato pubblicato ieri sulla rivista “Scientific Reports”. (Xin) © Xinhua

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteCina: commercio di servizi cresce del 15,6% nei primi 11 mesi del 2022
Articolo successivoCina: cantiere navale consegna una superpetroliera