La produzione di carbone nella provincia dello Shanxi, nella Cina settentrionale, ricca di carbone, ha raggiunto 1,31 miliardi di tonnellate nel 2022, con un aumento dell’8,7% su base annua, hanno affermato oggi le autorità locali.

L’anno scorso, lo Shanxi ha fornito 620 milioni di tonnellate di carbone termico ad altre 24 aree a livello provinciale in Cina, secondo l’ufficio statistico provinciale.

Lo Shanxi ha accelerato il rilascio della capacità avanzata di produzione di carbone e ha aumentato la sua capacità di produzione di carbone attraverso una nuova espansione e investimenti nel 2022.

Nei prossimi cinque anni, lo Shanxi accelererà la costruzione di un sistema di approvvigionamento di energia verde e si sforzerà di far arrivare il tasso di capacità di produzione avanzata di carbone a circa il 95% e la capacità installata di energia nuova e pulita al 54%.

Si stima che lo Shanxi abbia un’area carbonifera di 57.000 chilometri quadrati, pari al 36,3% dell’area totale della provincia. Alla fine del 2021, la provincia ospitava il 23% delle riserve totali di carbone della Cina, come indicato dai dati diffusi dal ministero delle Risorse naturali. (Xin) © Xinhua

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteMorte sul lavoro a Rodengo, Cgil: “Fatti drammatici”
Articolo successivoMattarella a Brescia, “la cultura unisce e moltiplica”