I dispositivi di protezione individuale sequestrati diretti in Svizzera sequestrati dai funzionari dell?Agenzia delle Dogane e dalle fiamme gialle. (Foto: Guardia di Finanza di Como)
Telegram
Telegram

I dispositivi di protezione individuale sequestrati diretti in Svizzera sequestrati dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dalle fiamme gialle.

Sono stati bloccati e sequestrati al confine con la Svizzera due carichi di guanti monouso e mascherine con valvole.

Nell’ambito dell’attività di vigilanza doganale, intensificata a seguito dei decreti per il contrasto dell’epidemia di coronavirus, i doganieri della sezione operativa di Ponte Chiasso e i finanzieri delle fiamme gialle di Como hanno sottoposto a controllo documentale e fisico delle partite di merce dichiarate in esportazione verso la Svizzera.

Telegram
Telegram

È stato così possibile intercettare due spedizioni di prodotti rientranti nella categoria dei dispositivi di protezione individuale individuati dalla circolare del ministero della Salute del 12 febbraio 2020, per i quali il 25 febbraio il dipartimento di protezione civile ha disposto il divieto di esportazione fuori dal territorio nazionale in assenza di autorizzazione.
La prima operazione di fermo risale allo scorso 5 marzo e ha permesso di bloccare 800.000 guanti monouso in vinile. La seconda operazione è del 10 marzo 2020 e ha consentito di sequestrare un’ulteriore spedizione di 40.000 guanti monouso in lattice e di 120 mascherine con valvola, di classe Ffp 2.

La merce, prelevata dai depositi doganali, verrà consegnata dalla protezione civile alle strutture sanitarie della Lombardia.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteCoronavirus, “in forse” l’ospedale al Brixia Forum. Si valutano alternative
Articolo successivoBalotelli, e ora rischia la multa… per le affermazioni sulla Juventus