Telegram

“Pur a fronte di studi registrativi che indicano come l’intervallo tra la prima e la seconda dose dei vaccini a Rna (PfizerBioNtech e Moderna) sia di 21 e 28 giorni rispettivamente, è raccomandabile un prolungamento nella somministrazione della seconda dose nella sesta settimana dalla prima dose”.

E’ quanto si legge nel parere del Comitato tecnico scientifico in merito in merito all’estensione dell’intervallo tra le due dosi dei vaccini a Rna.

Il parere, allegato oggi ad una circolare del ministero della Salute, trova giustificazione nel fatto che “la somministrazione della seconda dose entro i 42 giorni dalla prima non inficia l’efficacia della risposta immunitaria; la prima somministrazione di entrambi i vaccini a Rna conferisce già efficace protezione rispetto allo sviluppo di patologia Covid-19 grave in un’elevata percentuale di casi (maggiore dell’80 per cento)”.

Telegram
Telegram

Inoltre “in uno scenario in cui vi è ancora necessità nel Paese di coprire un elevato numero di soggetti a rischio di sviluppare forme gravi o addirittura fatali di Covid-19, si configurano condizioni in cui è opportuno dare priorità a strategie di sanità pubblica che consentano di coprire dal rischio il maggior numero possibile di soggetti nel minor tempo possibile”.
© Agenzia Nova – 

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteTerrorismo, i nove ex brigatisti rifiutano l’estradizione
Articolo successivoGermani Brescia, ufficiale: l’ultima si gioca alle 20.45