Telegram

Prenderanno il via il prossimo 2 luglio i lavori di ristrutturazione dell’Aerobase di Ghedi. L’impianto alle porte della città, famoso in tutto il mondo come base Nato, dovrà ospitare gli F35 italiani, i famigerati “caccia invisibili”. Lo scrive il quotidiano Bresciaoggi. Il restyling dell’area militare sarà finalizzato proprio ad accogliere i nuovi e super tecnologici aerei di quinta generazione. Il bando pubblicato dal ministero della Difesa è una miniera di informazioni. Il Ministero della difesa ha fretta: nel bando si legge che i lavori dovranno essere pronti entro luglio 2022. Un bando con una previsione di spesa iniziale pari a 60 milioni 716 mila e 448 euro, passata con il progetto esecutivo a 121 milioni 616 mila e 894 euro, più un’integrazione di somme disponibili e spese varie fino ad un totale di 127 milioni 642 mila e 684 euro. Costi raddoppiati per tempi ristretti: 100 giorni per l’elaborazione e la consegna del progetto esecutivo delle opere, 900 giorni per la completa esecuzione dei lavori previsti dal progetto, con bonus di 60 giorni per rallentamenti dovuti ad avverse condizioni meteo.

Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!