Telegram

“Dal 3 giugno ci si muove, poi alcune regioni stanno riflettendo sui periodi di vacanza ma dal 3 giugno ci si muove liberamente fra le regioni”.

Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, intervenendo a Mattino Cinque: “Non si può parlare di passaporto sanitario anche perché ricordiamoci che il test ematico sierologico riguarda soltanto una fotografia: se hai avuto una malattia – ha osservato – Poi magari puoi ancora averla in corso, ma è un dato che racconta quello che tu sei stato, poi va approfondito con un tampone che è la fotografia di un momento. Se io faccio un tampone e poi salgo su un traghetto posso re-infettarmi in quel momento. Non c’è nessuno tipo di garanzia che può dare il test diagnostico o addirittura epidemiologico. Quindi il passaporto sanitario è uno strumento che non ha nessun fondamento come evidenziato dal Ministero e da tutti gli esperti”.

“Attrezzarsi per fornire un servizio sanitario – ha concluso Gallera – con ambulatori, con strutture in grado di accompagnare chi sta male e per potere monitorare lo stato di salute questo è una la proposta di alcune Regioni. Vedremo come va”.

Telegram
Telegram

Anche il presidente di Reigone Lombardia Attilio Fontana, alcuni giorni fa, si era detto praticamente convinto del via libera.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!