Telegram
Telegram

“Il Photo Festival 2022 volge lo sguardo a un tema fondamentale nella storia della fotografia quale il ritratto”. Con queste le parole, Stefano Karadjov – direttore della Fondazione Brescia Musei – preannuncia la quinta edizione di uno degli eventi più attesi dedicati alla fotografia, che sarà esposta dal 31 marzo al 24 luglio prossimi.

Il tema di quest’anno sarà appunto quello del ritratto, grazie alle opere di uno dei più originali innovatori del Novecento, Edward Weston, che viene così proposto a Brescia in un’originale produzione che, per la prima volta, mette in scena anche i figli Brett e Cole e la nipote Cara in un progetto unitario, frutto della progettazione avvenuta direttamente con la nipote che straordinariamente sarà presente al vernissage.

“Quasi tutti i fotografi si sono dedicati, prima o dopo, a questo genere così importante nel plasmare il linguaggio fotografico. Era doveroso, in una edizione della maturità di questo Brescia Photo Festival, affrontare il tema”, afferma Karadjov.

Telegram
Telegram

Il fulcro dell’edizione 2022 del Brescia Photo Festival sarà principalmente il Museo di Santa Giulia, centro culturale espositivo gestito dalla Fondazione Brescia Musei; ma la kermesse si dispiegherà anche in altri luoghi della città e della provincia, tra cui la Pinacoteca Tosio Martinengo, il Mo.Ca. – Centro per le Nuove Culture -, il Museo Civico di Scienze Naturali, la Fondazione Vittorio Leonesio di Puegnago del Garda e le Cantine Berlucchi di Cortefranca.

Oltre ai Weston, il Brescia Photo Festival ricorderà nel centenario della nascita Pier Paolo Pasolini, con la mostra di ritratti Pier Paolo Pasolini. Per essere poeti, bisogna avere molto tempo, curata da Renato Corsini e Gerardo Martorelli e allestita presso il Mo.Ca.

L’esposizione restituirà una visione intimista del grande intellettuale: il rapporto con la madre, la passione per il calcio e le amicizie più profonde sono i temi di un corpus di fotografie scattate da importanti autori italiani quali Gianni Berengo Gardin, Federico Garolla, Ezio Ciol, Sandro Becchetti, Aldo Durazzi, Ezio Vitale, Vittorio La Verde e Rodrigo Pais.

In occasione del Brescia Photo Festival anche il cinema Nuovo Eden, proporrà una serie di appuntamenti: a partire da mercoledì 16 marzo dedicherà a Pasolini un programma speciale, Pasolini 100, con una selezione dei suoi capolavori in versione restaurata, in collaborazione con la Cineteca di Bologna. All’apertura del Festival, giovedì 31 marzo, ospiterà, in prima visione per Brescia, il film Il ragazzo con la Leica. 60 anni d’Italia nello sguardo di Gianni Berengo Gardin, di Daniele Cini e Claudia Pampinella, alla presenza del protagonista il maestro Gianni Berengo Gardin.

Anche nell’edizione 2022 del Photo Festival, il programma sarà arricchito dal palinsesto Brescia Photo Friends, che coinvolge librerie, biblioteche e le boutique del centro che accoglieranno interventi espositivi, focus e proposte editoriali fotografiche.

Sono invitate a partecipare anche le gallerie d’arte e le associazioni culturali, i cui programmi espositivi intorno alla fotografia saranno inseriti nel programma della kermesse.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteVia libera al nuovo regolamento sulla caccia
Articolo successivoUcraina, Cna: “Si torni al tavolo dei negoziati”