Lucrezi, “a Canton Mombello va meglio ma il nuovo carcere non è più rinviabile”

“La situazione è sicuramente migliorata rispetto agli ultimi periodi, sia dal punto di vista pandemico che anche dal punto di vista delle presenze perchè si è avuto una leggerissima flessione del numero di detenuti, ora siamo intorno ai 295″.


A Èlive, Francesca Paola Lucrezi, direttrice degli istituti di pena bresciani (Nerio Fischione e Verziano) parla della situazione in carcere confermando un periodo meno teso rispetto a quello che si era vissuto nei mesi scorsi. Ma ribadisce con determinazione l’esigenza non più rinviabile di un nuovo carcere per Brescia.

L’INTERVISTA

“Sarebbe un crimine -aggiunge Lucrezi- alla luce del nuovo incarico di Antonio Fellone, poliziotto in servizio da anni a Canton Mombello, non portare Brescia alla ribalta nazionale con la necessità del nuovo carcere. Se c’è l’intenzione politica -dice- e si trovano le risorse economiche, io credo che sia arrivato veramente il momento che Brescia abbia un istituto penitenziario all’insegna dei tempi e delle politiche penitenziarie moderne “.

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteA pieno ritmo la raccolta della Colletta Alimentare
Articolo successivoMedicina tradizionale cinese sempre più apprezzata a Malta