Telegram
Telegram

Il Brescia sbatte sul muro eretto dal Padova. Nel testa-coda i biancoazzurri conquistano solo un punto. Una giornata comunque positiva per la squadra di Corini con il Palermo a cadere a Crotone ed il Benevento, ora secondo, a quattro punti dalla capolista. Brescia non bello, specie nel primo tempo. Manovra lenta, tanta imprecisione con il Padova a chiudere ogni varco di passaggio. La squadra di casa non faceva giocare l’undici di Corini. Raddoppio sistematico sul portatore di palla con gli attaccanti biancoazzurri a non essere mai pericolosi. Nei primi 45′ di gioco due sole conclusioni a rete, senza pericolosità, scoccate da Ndoj e Donnarumma. Nella ripresa la prima grande occasione arrivava dopo 5′ con Romagnoli che di testa incornava alla perfezione: sulla sua strada di frapponeva l’ex Minelli che deviava. Corini provava ad aumentare i giri del motore spento del Brescia inserendo Toregrossa per Morosini. La mossa non portava inizialmente i frutti sperati con il Padova a trovare il vantaggio. Il neo entrato Bonazzoli calciava un angolo sul quale Mazzocco colpiva di testa anticipando Bisoli e battendo Alfonso imparabilmente. Lo stesso estremo del Brescia salvava su Mbakogu. Ma il Brescia non muore mai, è un dato di fatto. E così Ndoj al 76′ trovava un grandissimo gol a giro facendo esplodere i 1400 tifosi presenti all’Euganeo. Raggiunto il pareggio il Brescia si gettava alla ricerca del gol della vittoria senza però trovarlo. Sabato al Rigamonti arriva il Cittadella.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedente“Colui che ha sovranità su tutte le cose”, nuova settimana con “Luce da Levante”. Da mercoledì alle 20.20 su Èlivetv
Articolo successivo35 indagati per truffa sulla qualità del latte: a processo il 9 dicembre