Telegram

Omicidio Vittorio Giuzzi: si segue la pista del delitto su commissione

C’è un ombra cupa e oscura nella morte di Vittorio Giuzzi. Le indagini condotte dalla polizia domenicana sembrano portare verso il delitto su commissione. Il pensionato bresciano di Montichiari è rimasto ucciso tra il 31 gennaio e il primo febbraio a Santo Domingo, luogo nel quale si era trasferito 15 anni fa dopo essere andato in pensione. Arrestato l’assassino: Nenen de la Paz Morillo detto Neren. Ma nel delitto emergono altri aspetti sull’omicidio del 76enne che nella Repubblica Dominicana coltivava caffè, avocado e fagioli che vendeva anche all’estero. Aveva realizzato un piccolo impero di terreni. L’inchiesta non è ancora stata dichiarata chiusa ma le indagini portano verso la soluzione di un omicidio su commissione. L’uomo arrestato sarebbe solo l’esecutore materiale. Stando a quanto è trapelato dalle informazioni in possesso dai figli di Vittorio Giuzzi indagati risulterebbero la ex moglie domenicana e i suoi figli. Nessun dubbio sulla dinamica dell’omicidio. «Nostro padre era seduto sulla sua sedia e l’assassino è entrato in casa. L’ ha colpito con un martello all’orecchio sinistro, ma non sappiamo se è morto sul colpo perché l’hanno trovato qualche ora dopo» è la ricostruzione fornita ai figli del pensionato bresciano. In casa non è stato rubato niente e chi ha agito pare avesse un solo obiettivo: solo uccidere Vittorio Giuzzi. I funerali saranno celebrati a Montichiari con il 76 enne che sarà poi sepolto nel cimitero del paese bassaiolo.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteBombe carta contro le casette di via Gatti. Il Prefetto Vardè “stiamo indagando”
Articolo successivoRapina a mano armata alla filiale della Banca Valsabbina in Piazza Vittoria