I sindacati dei gestori dei carburanti sono stati convocati alle 15 al ministero delle Imprese e del made in Italy, per un nuovo confronto con il governo in vista dello sciopero che scatterà tra qualche ora. Secondo quanto si apprende da fonti sindacali, la trattativa procede fino all’ultimo, ma è incerta la possibilità di una revoca in tempi così stretti.

Infatti lo sciopero dei benzinai di 48 ore dovrebbe iniziare questa sera, a partire dalle 19 (in autostrada dalle 22). E andrà avanti anche domani, 25 gennaio, per l’intera giornata. La mobilitazione dei gestori del carburante, confermata dopo il fallimento della mediazione con il governo, si protrarrà fino alle 19 di giovedì 26 gennaio. E riguarderà non solo il servito, ma anche il self service.

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteCina: “torre d’acqua” investe 320 mln yuan in tutela ecologica nel 2022
Articolo successivoVia Veneto, Rolfi: “Bene la ciclabilità, ma non bisogna imporla”