Telegram
Telegram

Sciopero dei benzinai: il 6 e il 7 novembre chiusi anche gli impianti in Autostrada. E’ stato confermato l’atto dei sindacati contro la fatturazione elettronica.

“Di fronte al silenzio assordante del governo e all’indifferenza del Mise, le organizzazioni dei gestori non hanno potuto fare altro che ricorrere alla mobilitazione generale”, hanno ribadito i sindacati che protestano per l’introduzione di alcuni provvedimenti, come la fatturazione elettronica.

I benzinai protesteranno contro la fatturazione elettronica, l’introduzione degli Isa, che “risultano fortemente penalizzanti per i gestori carburanti (che percepiscono un margine che non supera il 2% del prezzo pagato dagli automobilisti), i Registratori di cassa Telematici per fatturati di 2 mila euro/anno”, oltre che per l’introduzione di Documenti di Trasporto (Das) e modalità di Registrazione giornaliera, in formato elettronico, da digitalizzare a mano.
Secondo i gestori si tratta di “tutti adempimenti inutili fatti per scaricare sull’ultimo anello della filiera, il più debole, oneri e costi e finanche provvedimenti penali per errori formali”. Inoltre, i gestori definiscono il “silenzio del governo” un “grave atto di irresponsabilità” e il sintomo di un’azione che non pensa alle “categorie produttive” ma “a favorire, indirettamente, il sistema bancario”.

Telegram
Telegram
Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteSulzano, crolla l’Hotel Aquila. Nessun ferito, era chiuso per ferie
Articolo successivoFabio Grosso, primo allenamento del Brescia a Torbole Casaglia