Sin Caffaro, approvato il progetto definitivo di bonifica
Telegram
Telegram

Per Brescia è una tappa storica nella vicenda della Caffaro: approvato il progetto per la bonifica dell’area Caffaro.

Anni di lavoro hanno portato a questo “punto di partenza” ovvero la definizione del progetto di bonifica e da qui parte tutta la procedura “operativa: il via alle gare d’appalto e poi i lavori di bonifica veri e propri. E saranno almeno sei anni per radere al suolo l’intera area ma soprattutto per bonificare il terreno sul quale da cento anni sorge la Caffaro.

Il costo complessivo delle opere messe a gara ammonta a 70,4 milioni di euro.

Telegram
Telegram

LE TEMPISTICHE DI ATTUAZIONE DEL PROGETTO


2022: procedura di gara (previsti nove mesi, salvo criticità amministrative). La durata complessiva prevista delle opere: 66 mesi, con prosecuzione collaudi e monitoraggi ambientali fino a 120 mesi

2023: progettazione esecutiva e conseguimento delle autorizzazioni, cantierizzazione, avvio delle demolizioni degli edifici previe relative bonifiche, opere impiantistiche propedeutiche ai lavori di bonifica, opere di assestamento dei sistemi di emungimento e portate per bonifica / messa in sicurezza permanente delle acque sotterranee

2024: completamento delle opere di demolizione degli edifici e parte di demolizioni delle pavimentazioni e strutture interrate, installazione degli impianti per frantumazione e soil-washing, test e avvio trattamento terreni

2025-26: completamento delle demolizioni delle strutture / impianti interrati, prosecuzione e completamento della bonifica dei terreni, bonifica dei terreni profondi, messa in sicurezza permanente

2027-28: completamento della messa in sicurezza permanente dei suoli, consolidamento finale della barriera idraulica e smantellamento degli impianti con chiusura del cantiere

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedente27 gennaio, la commemorazione al “Monumento del deportato”
Articolo successivoCalciomercato, le ultime con Footballnews24.it. Edizione delle 19