Telegram
Telegram

“In ogni punto tampone di ASST, ATS e IRCCS pubblici, sono disponibili dei tamponi salivari per garantire la fruizione per i soggetti individuati dal Ministero della Salute. Nel caso in cui fosse necessario erogare questo tipo di prestazione, anche in assenza di prenotazione, l’operatore sanitario ha la possibilità effettuarlo”.

Lo comunica in una nota la Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia.

“È l’operatore sanitario infatti – prosegue la Nota – che, viste le necessità dei pazienti, valuta l’offerta della tipologia corretta e nel caso previsto dalla circolare del Ministero, effettua il tampone”.

Telegram
Telegram

“Il Ministero della Salute – ricorda la D.G. Welfare – ha fornito indicazioni per l’offerta di test salivari a persone fragili. Successivamente queste indicazioni sono state fornite dalla Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia alle ATS che hanno attivato l’offerta secondo percorsi locali. In alcuni casi raccordandosi con le strutture, in altri offrendo percorsi aziendali dedicati”.

La D.G. Welfare, con una nota dello scorso 14 dicembre, ha richiamato l’attenzione delle ATS e ricordato che sul sito regionale sono indicati i laboratori autorizzati ad eseguire test salivare.

Per ottimizzare ulteriormente l’offerta, le ATS verificano con le strutture interessate (comunità disabili, associazioni e le altre) i percorsi dedicati e le ASST verificano la possibilità di effettuare il tampone salivare.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteQuirinale: ennesima fumata nera
Articolo successivoPositività in calo al 12,1% e 77 decessi, ancora moltissimi