Telegram

Il Brescia esce dallo stadio Pino Zaccheria con un punto in tasca e ottime indicazioni per il futuro. Sotto due volte la squadra di Eugenio Corini riesce a ribaltare la situazione riequilibrando le sorti dell’incontro sul 2-2 finale. A sorpresa il tecnico schierava Spalek, Cistana e Morosini al posto di Tremolada, Gastaldello e Donnarumma. Tra i pali conferma per Andrenacci al posto di Alfonso. Foggia in vantaggio al 6′ con Mazzeo bravo ad anticipare Cistana di testa su assist di Zambelli, lasciato colpevolmente solo da rimessa laterale. La risposta del Brescia non si faceva attendere: al 16′ Torregrossa, servito alla perfezione da Ndoj, metteva alle spalle dell’estremo ospite un tocco morbido che finiva la sua corsa in rete. Nella ripresa il Foggia partiva con il piede pigiato sull’acceleratore. Dopo il palo di Deli arrivava il gol di Gerbo: missile dai venti metri e nulla da fare per Andrenacci. Il Brescia aveva il merito di non disunirsi. Spalek sprecava da due passi il pareggio che arrivava con l’ingresso di Tremolada. Il numero 32 disegnava una parabola su punizione deliziosa per il 2-2. Nel finale, all’ultimo minuto, Andrenacci dimostrava di essere un ottimo portiere deviando una punizione pericolosa verso la sua porta. Brescia che sale a 16 punti, ennesimo pareggio in trasferta dove i biancoazzurri non hanno ancora vinto ma Corini agguanta l’ottavo risultato utile consecutivo.

Foto: Foggia Today

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!