Truffa, appropriazione indebita e frode. Sono queste le accuse mosse dai Carabinieri della Stazione di San Zeno Naviglio (BS) nei confronti dei titolari e dipendenti di un bar tabaccheria del comune bresciano.

Gli esercenti sono accusati di aver manomesso e contraffatto numerosi “Gratta e Vinci”. I biglietti vincenti erano facilmente riconoscibili grazie ad appositi segni posti proprio dagli indagati. Altri ticket erano invece palesemente falsi attraverso la sostituzione dell’intera matrice numerica con quella di altri biglietti già usati o venduti in precedenza.

Tutto il materiale è già stato sottoposto a sequestro e i sospettati sono stati deferiti in stato di libertà.

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteGermani, con Treviso vittoria che vale dieci
Articolo successivoSpaccio di stupefacenti: due arresti in Valsabbia