Telegram

Tre incidenti in poche ore, in meno di dieci chilometri sull’autostrada A21 direzione Brescia. Il tratto di strada è attualmente chiuso al traffico.

Due feriti trasferiti in codice rosso in ospedale è il bilancio del primo schianto. Il sinistro è avvenuto attorno alle 11 sulla Piacenza-Brescia in direzione della città al km 225, tratto fra Manerbio e Brescia Sud. 

Si è trattato di uno schianto fra un furgone e un camion. Difficoltose le operazioni per riuscire a estrarre dell’abitacolo del mezzo più piccolo l’autista da parte dei Vigili del Fuoco, intervenuti sul posto insieme alla Polizia stradale. Ferito in modo grave anche il passeggero.

Telegram

Uno dei due è stato elitrasportato in codice rosso al vicino ospedale di manerbio, l’altro invece in ambulanza al Civile. Ricovero in condizioni meno gravi alla Poliambulanza per una terza persona coinvolta.

Successivamente la A 21 è stata nuovamente teatro di incidenti, forse a causa dei rallentamenti dovuti al primo. Circa un’ora più tardi infatti, c’è stato un nuovo schianto che ha visto coinvolto almeno un mezzo pesante. Due in questo caso le persone ferite in modo non grave per cui si è reso necessario il ricovero in codice giallo.

Ma non è finita qui. Spostandoci indietro di una manciata di chilometri e avanti di una mezz’ora, un terzo incidente di cui per il momento non si sa quasi nulla fra i caselli di Pontevico e Manerbio sempre di direzione Brescia. Sarebbero tre le persone coinvolte, ma le conseguenze non sarebbero gravi.

Questo concatenarsi di eventi ha però costretto le autorità a chiudere l’autostrada, con una coda che attualmente è sui 4 chilometri.

Sabato lo stesso tratto di strada era stato teatro di un sinistro che aveva come oggi imposto la chiusura.

Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteDentroCasa Expo, pubblico delle grandi occasioni. E nel prossimo week end si replica
Articolo successivoScuole di Brescia, via le barriere architettoniche con un milione