“Adesso, piantala!” in questo caso non è un poco velato rimprovero, bensì un bell’invito a titolo di un progetto per rendere più verde il quartiere di Bettole-Buffalora. Il Consiglio di Quartiere, l’Acli, le associazioni COdiSA, Il Sorriso e i titolari della ditta Grechi Giardini hanno infatti avviato un progetto di piantumazione per poter contribuire alla ri-naturalizzazione del quartiere, per quanto possibile, con la collaborazione dei cittadini.

La Grechi ha procurato, al prezzo di costo di circa 130 euro a pianta (comprensivi di impianto e innaffio nei primi tre anni), giovani alberi che sono stati collocati nel quartiere. Il primo lotto è composto da 27 alberi in via della Seriola Vescovada più sei alberi nello spazio giochi dell’oratorio parrocchiale.

Si tratta di una sorta di “adozione” di alberi da parte dei cittadini, delle associazioni e di altri soggetti che, acquistandoli tramite una donazione libera, si impegnano anche a vegliare su di loro, soprattutto nei primi anni, godendo poi della loro bellezza.

Il quartiere di Bettole-Buffalora, è stato per decenni una periferia costellata di criticità ambientali – scrive il Comune – con discariche, cave di estrazione ghiaia, impianti di smaltimento e lavorazione di materiali anche pericolosi e attraversata da una viabilità veloce fortemente impattante. Negli ultimi anni però, fortunatamente, sta vivendo una svolta e si sta trasformando in una zona potenzialmente molto interessante come cantiere di rigenerazione urbana e ambientale.

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteJacobs è stato eletto “Uomo dell’anno” della Fidal
Articolo successivoCina: le 10 principali notizie del 2022