Praticamente a un anno dallo scoppio della guerra in Ucraina, al Mo.Ca. di Brescia apre i battenti la mostra “Ucraina cronache di guerra. Fotografie dal 2014 al 2022”. Si tratta di una raccolta di scatti di Francesca Volpi, otto anni di duro lavoro sul campo per documentare la vita in un territorio sensibile anche prima del marzo scorso.

La mostra presenta tre sezioni dedicate alle proteste del 2014 a Kiev e la successiva annessione della Crimea, alla nascita dei movimenti separatisti nell’est, l’inizio della guerra del Donbas e all’attuale invasione russa, con opere che, riprese nel marzo 2022, rivelano la minaccia per il futuro di un intero Paese.

“Le opere di Francesca Volpi sono espressione di un lungo impegno e una selezione complessa – ha dichiarato Giuliano Pellegrini di Bcc Agrobresciano, a fianco della Volpi nella realizzazione della mostra – portano un contributo al dibattito nella società civile e ricordando l’importanza di conoscere concretamente luoghi e persone per superare i pregiudizi. Grazie al suo reportage possiamo meglio comprendere la realtà, avvicinarci alla sofferenza, capire e maturare il nostro pensiero critico. Ringrazio Francesca per le sue preziose testimonianze”.

La mostra fotografica sarà aperta al pubblico il 22 gennaio alle 11 e fino al 12 febbraio osserverà i seguenti orari: lunedi chiuso, da martedi a venerdi dalle 15 alle 19, sabato e domenica dalle 11 alle 19 con ingresso libero. L’allestimento, che come detto sarà al Mo-Ca. (palazzo Martinengo Colleoni), rientra nel palinsesto degli eventi di Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023.

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedente“Congelato” lo sciopero dei benzinai. Nuovo incontro martedì
Articolo successivoCina: Jiangsu, record di viaggi di treni merci Cina-Europa nel 2022