Telegram
Telegram

Rallenta la contaminazione da Pcb nelle aree a sud del Sin Caffaro. La notizia è delle ultime ore ed è una buona notizia perchè sulla base dei risultati dell’orto sperimentale dell’Ats, creato per verificare nelle colture la presenza di pcb, diossine e metalli pesanti, dal prossimo 1° gennaio oltre alla sola possibilità fino ad ora di coltivare pomodoro e verza, ATS Brescia ha dato il via libera anche alla coltivazione di: aglio, cipolla, cetriolo, fagioli, melanzana, piselli, cavolfiore e finocchi.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteCaffaro, nessun rischio esalazioni. Permangono rischi “fisici” per i lavoratori
Articolo successivoTaxi del cuore, da oggi in città sei Taxi hanno il defibrillatore a bordo