BsTrasporti, autisti in protesta: “Al limite dell’invivibile”
Telegram

“Stiamo protestando da quattro mesi e non abbiamo ancora avuto una risposta positiva”. Questa è la dura costatazione di Davide Bertolassi, Rsu di Brescia Trasporti che quest’oggi in occasione dello sciopero nazionale ha organizzato un sit-in in piazza Duomo.

Le richieste sono sempre le stesse, quelle già avanzate alcune settimane fa durante un altro presidio tenutosi davanti alla sede dell’Agenzia del Trasporto Pubblico Locale di Brescia: un milgioramento delle condizioni di lavoro e un aumento degli stipendi.

“Ormai siamo al limite dell’invivibile – continua Bertolassi – A 1.100 euro al mese lavorare sette giorni su sette, compresi sato e domenica, dalle 4 di mattina all’una di notte non si trovano più autisti”.

Telegram

Il rappresentante sindacale pone poi l’accento sulla situazione covid e assenze, che a suo dire sono una problematica endemica e non solo riconducibile ai contagi o alle quarantene del momento: “Vogliamo anche ribadire il fatto che nessuno vuole nascondere i contagi che ci sono e sono anche tanti, ma la nostra carenza di organico non è solo dovuta solo al covid perché è una mancanza che viene da lontano. Non è sopportabile sentire che vengono a dirci che manca il personale solo per le assenze covid, c’è una carenza strutturale”.

Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteA Porta Cremona una nuova fiera per la città
Articolo successivo115 decessi oggi in Lombardia. A Brescia 4.473 casi