Il produttore internazionale di giocattoli con sede in Danimarca, il gruppo Lego, ha dato priorità alla Cina nei suoi grandi piani di espansione per attingere ulteriormente ai mercati chiave, ha affermato Julia Goldin, chief product e marketing officer globale del gruppo. Lego prevede di aprire altri 80 nuovi negozi al dettaglio in Cina nel 2023 nel quadro di una domanda in rapida crescita per i suoi mattoncini di plastica colorati tra bambini e adulti, ha detto Goldin a Xinhua in un'intervista durante il Web Summit, un incontro annuale di leader tecnologici e imprenditori a Lisbona, in Portogallo. "La Cina è un mercato molto, molto importante per noi. Vediamo ancora un enorme potenziale. Negli ultimi anni abbiamo investito e ampliato la nostra attività e ci siamo collegati con un numero sempre maggiore di persone e consumatori in Cina e continueremo su questa strada", ha detto Goldin. Le sue osservazioni sono arrivate prima dell'apertura della quinta China International Import Expo (CIIE) a Shanghai, che ha riunito molte delle 500 migliori imprese e giganti industriali del mondo. Alla CIIE, il gruppo ha presentato la sua più ampia gamma di novità ispirate alla cultura cinese, inclusi cinque nuovi set Lego con elementi come il Capodanno lunare e il Re delle scimmie. Fondato a Billund, in Danimarca, nel 1932, il gruppo ha preso il nome da due parole danesi, "leg godt", che significano "gioca bene". Oggi i suoi prodotti sono venduti in più di 130 Paesi nel mondo. Il gruppo ha portato avanti il suo investimento strategico in Cina nell'ultimo decennio e negli ultimi anni ha ottenuto una forte crescita a due cifre. Nel 2021, con vendite solide e nuove aperture di negozi in Cina, le vendite di Lego sono aumentate del 27%. Dei suoi 165 nuovi negozi fisici aperti lo scorso anno, più di 90 erano in Cina. "Continueremo con i nostri grandi piani di espansione globale nei nostri mercati chiave, con la Cina che sarà una delle nostre massime priorità", ha affermato Goldin. Il gruppo ha aperto oltre 380 negozi al dettaglio a marchio Lego in 105 città in tutta la Cina, in aumento rispetto ai 60 negozi in 18 città nel 2018. Lego ha poi annunciato l'espansione della sua capacità produttiva nello Zhejiang, nella Cina orientale, nel gennaio 2022 per sostenere la crescita a lungo termine nella regione. Ad oggi Lego ha raggiunto le principali piattaforme di e-commerce in Cina, come Tmall, con i suoi prodotti che stanno guadagnando terreno sui social media cinesi, inclusa la piattaforma di video brevi Douyin, la versione cinese di TikTok. "Siamo anche super entusiasti perché, oltre alla nostra presenza su Tmall, avviata nel 2020, apriremo il nostro primo negozio su Douyin. Questo è un altro sviluppo davvero entusiasmante per noi per poter raggiungere quante più persone possibile", ha affermato Goldin. Per il quinto anno consecutivo l'azienda ha presentato alla CIIE novità con ricchi elementi cinesi. "Abbiamo anche grandi progetti per il nostro portafoglio di prodotti... È davvero entusiasmante perché siamo in grado di rendere omaggio alla cultura cinese e creare qualcosa che coinvolga veramente e sia molto rilevante per i bambini e per le persone in Cina. Attingiamo alla loro storia e alle loro radici ma in modo moderno e innovativo." Oltre all'apertura di nuovi negozi, il gruppo prevede di creare esperienze significative e consentire agli acquirenti e alle famiglie di connettersi ulteriormente con il marchio. "Continueremo anche con i nostri prodotti innovativi per celebrare il capodanno lunare cinese. Siamo molto entusiasti per l'anno del coniglio. Abbiamo anche investimenti nei parchi di Legoland. Ci sono parchi in costruzione a Shanghai, Chengdu e Shenzhen", ha detto Goldin.
Telegram

Il produttore internazionale di giocattoli con sede in Danimarca, il gruppo Lego, ha dato priorità alla Cina nei suoi grandi piani di espansione per attingere ulteriormente ai mercati chiave, ha affermato Julia Goldin, chief product e marketing officer globale del gruppo.

Lego prevede di aprire altri 80 nuovi negozi al dettaglio in Cina nel 2023 nel quadro di una domanda in rapida crescita per i suoi mattoncini di plastica colorati tra bambini e adulti, ha detto Goldin a Xinhua in un’intervista durante il Web Summit, un incontro annuale di leader tecnologici e imprenditori a Lisbona, in Portogallo.

“La Cina è un mercato molto, molto importante per noi. Vediamo ancora un enorme potenziale. Negli ultimi anni abbiamo investito e ampliato la nostra attività e ci siamo collegati con un numero sempre maggiore di persone e consumatori in Cina e continueremo su questa strada”, ha detto Goldin.

Telegram

Le sue osservazioni sono arrivate prima dell’apertura della quinta China International Import Expo (CIIE) a Shanghai, che ha riunito molte delle 500 migliori imprese e giganti industriali del mondo.

Alla CIIE, il gruppo ha presentato la sua più ampia gamma di novità ispirate alla cultura cinese, inclusi cinque nuovi set Lego con elementi come il Capodanno lunare e il Re delle scimmie.

Fondato a Billund, in Danimarca, nel 1932, il gruppo ha preso il nome da due parole danesi, “leg godt”, che significano “gioca bene”. Oggi i suoi prodotti sono venduti in più di 130 Paesi nel mondo.

Il gruppo ha portato avanti il suo investimento strategico in Cina nell’ultimo decennio e negli ultimi anni ha ottenuto una forte crescita a due cifre.

Nel 2021, con vendite solide e nuove aperture di negozi in Cina, le vendite di Lego sono aumentate del 27%. Dei suoi 165 nuovi negozi fisici aperti lo scorso anno, più di 90 erano in Cina.

“Continueremo con i nostri grandi piani di espansione globale nei nostri mercati chiave, con la Cina che sarà una delle nostre massime priorità”, ha affermato Goldin.

Il gruppo ha aperto oltre 380 negozi al dettaglio a marchio Lego in 105 città in tutta la Cina, in aumento rispetto ai 60 negozi in 18 città nel 2018. Lego ha poi annunciato l’espansione della sua capacità produttiva nello Zhejiang, nella Cina orientale, nel gennaio 2022 per sostenere la crescita a lungo termine nella regione.

Ad oggi Lego ha raggiunto le principali piattaforme di e-commerce in Cina, come Tmall, con i suoi prodotti che stanno guadagnando terreno sui social media cinesi, inclusa la piattaforma di video brevi Douyin, la versione cinese di TikTok.

“Siamo anche super entusiasti perché, oltre alla nostra presenza su Tmall, avviata nel 2020, apriremo il nostro primo negozio su Douyin. Questo è un altro sviluppo davvero entusiasmante per noi per poter raggiungere quante più persone possibile”, ha affermato Goldin.

Per il quinto anno consecutivo l’azienda ha presentato alla CIIE novità con ricchi elementi cinesi.

“Abbiamo anche grandi progetti per il nostro portafoglio di prodotti… È davvero entusiasmante perché siamo in grado di rendere omaggio alla cultura cinese e creare qualcosa che coinvolga veramente e sia molto rilevante per i bambini e per le persone in Cina. Attingiamo alla loro storia e alle loro radici ma in modo moderno e innovativo.”

Oltre all’apertura di nuovi negozi, il gruppo prevede di creare esperienze significative e consentire agli acquirenti e alle famiglie di connettersi ulteriormente con il marchio.

“Continueremo anche con i nostri prodotti innovativi per celebrare il capodanno lunare cinese. Siamo molto entusiasti per l’anno del coniglio. Abbiamo anche investimenti nei parchi di Legoland. Ci sono parchi in costruzione a Shanghai, Chengdu e Shenzhen”, ha detto Goldin. (Xin) © Xinhua

Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteNiente conta, per i Giovani Democratici meglio una rosa di nomi
Articolo successivoIncidente in fabbrica a Lumezzane, ferito 59enne