Le banche cinesi hanno riportato un acquisto netto di valuta estera e flussi di capitali transfrontalieri stabili nel 2022, come riferito oggi da un funzionario dell’autorità di regolamentazione della valuta estera del Paese.

Le banche hanno registrato un acquisto netto di valuta estera di 107,3 miliardi di dollari nel 2022, ha affermato Wang Chunying, vice direttrice dell’Amministrazione statale per la valuta estera.

La valuta cinese, il renminbi, è rimasta generalmente stabile a un livello ragionevole ed equilibrato lo scorso anno, con una fluttuazione bidirezionale e una forte flessibilità, ha affermato Wang.

Le eccedenze dei conti correnti e degli investimenti diretti esteri hanno contribuito a stabilizzare i flussi di capitali transfrontalieri, ha osservato Wang, aggiungendo che si prevede che i conti correnti della Cina registreranno un’eccedenza a un livello equilibrato nel 2023.

I dati precedenti dell’amministrazione hanno mostrato che le riserve valutarie della Cina ammontavano a 3.127,7 miliardi di dollari alla fine del 2022. (Xin) © Xinhua

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteBilancio, la Loggia a Natali, “non è corretta l’esposizione dei numeri”
Articolo successivoBertolotti, “è Sbaraini che se n’è andato non la Lista Del Bono 2.0”