Il “mondo bresciano dei civici” è ogni giorno più in fermento. E la notizia del “cambio di casacca” di Numa Sbaraini, mente della Lista del Bono 2.0 del 2018 non è stata presa bene.

Gianni Bertolotti, uno dei “superstiti” del progetto civico nato nel 2018 a Èlive ammette che il progetto, dopo le elezioni del 2018 , è rimasto “dormiente”.

“Molti, dice Bertolotti, hanno lasciato, altri sono rimasti legati alla Lista pur senza attività sociale o politica. Ma -ci tiene a precisare Bertolotti, la notizia che il sig. Sbaraini farà parte della coalizione di centro destra alle prossime amministrative riguarda una scelta individuale e strettamente personale, ben lontana dal coinvolgimento dei rappresentanti della lista che ha contribuito all’elezione dell’attuale Amministrazione”.

“Una decisione personale, -prosegue Bertolotti- della quale si è venuti a conoscenza e che democraticamente si rispetta, ma dalla quale si prendono le doverose distanze, non essendo mai stati interpellati o minimamente coinvolti nella creazione di un nuovo soggetto elettorale diametralmente opposto al nostro credo”.

Bertolotti poi ci tiene a precisare che “la lista di cui parla il sig Sbaraini è un soggetto politico ‘in fieri’, che nascerà su presupposti ed obiettivi politici totalmente opposti a quelli che hanno caratterizzato la Lista Del Bono 2.0: pertanto il nuovo soggetto si avvarrà di candidati che condividono finalità e proposte della coalizione di centrodestra.
Per etica, correttezza e coerenza politica, – sottolinea Bertolotti – comunichiamo a coloro che ci hanno dato fiducia con il loro voto nel 2018, che i candidati della lista Del Bono 2.0 non faranno assolutamente parte della nuova Civica di Numa Sbaraini, poiché conformemente al proprio pensiero politico, avvallano il buon lavoro realizzato dalla attuale amministrazione, della quale condividono principi ,valori ed ideali, riconducibili al centro sinistra”.

“Auguriamo quindi un buon lavoro a Numa Sbaraini e alla sua nuova squadra, conclude Bertolotti, che vedrà soggetti politici di destra. I candidati della lista Del Bono 2.0 valuteranno la propria, eventuale discesa in campo a sostegno dell’ Amministrazione uscente ,in un dialogo atto a garantire continuità politica e buon governo cittadino”.

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteCina: banche, acquisto netto di valuta estera di 107,3 mld di dollari
Articolo successivoBgBs 2023, a Napoli il passaggio di testimone