Un leopardo delle nevi, una specie nella lista di massima protezione della Cina, è stato reimmesso in natura oggi, mesi dopo essere stato soccorso nell’area rurale di Lhasa, capoluogo della regione autonoma del Tibet, nella Cina sud-occidentale. 

A luglio, due deboli cuccioli erano stati trovati in posizione acciambellata mentre un abitante locale nella contea di Lhunzhub si recava a raccogliere funghi bruchi, ha detto Luo Qin, che lavora all’amministrazione delle foreste e delle praterie della contea. 

Il secondo cucciolo è morto nonostante i tentativi di soccorso. 

Tenzin Dargye, una guardia forestale incaricato di accudire il leopardo delle nevi, ha dichiarato che il cucciolo maschio, che ora ha quasi sei mesi, è abbastanza in salute da essere reimmesso in natura, e continueranno a monitorarne le condizioni per assicurarsi che si abitui alla natura. 

Quest’anno, la contea di Lhunzhub ha soccorso molti animali selvatici sotto la lista di massima protezione del Paese, inclusi un leopardo delle nevi, sei gru dal collo nero, e più di 10 cervi a labbra bianche. (Xin) © Xinhua

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteUno spento Brescia perde 2-0 contro l’ex Inzaghi
Articolo successivoKenya: produttore energia riduce emissioni con auto elettriche cinesi