Sui tetti delle fabbriche gestite da Zhongzhenweiwang New Energy Co., Ltd. nella città cinese orientale di Liaocheng, i pannelli fotovoltaici (PV) stanno trasformando la luce solare invernale in elettricità.

“All’inizio di quest’anno, abbiamo investito 2,5 milioni di yuan (circa 358.000 dollari) per costruire un impianto di produzione energetica PV da 800 chilowatt, utilizzando più di 10 mila metri quadrati di tetti delle fabbriche”, ha detto Sun Zhenliang, direttore delle operazioni dell’azienda nella provincia dello Shandong.

L’impianto può generare 1.200 megawattora di elettricità all’anno. Oltre a fornire energia elettrica per la produzione e l’utilizzo in ufficio, l’energia in eccedenza viene venduta alla rete elettrica, generando un introito annuo di circa 480 mila yuan, ha aggiunto Sun.

“La generazione di energia fotovoltaica è un’industria emergente sostenuta dal governo, che è meno inquinante e ha notevoli benefici ambientali”, ha dichiarato Zhang Xiaobin, vice direttore esecutivo della Shandong Solar Energy Industry Association, aggiungendo che il settore ha affrontato a lungo sfide dovute alla scelta limitata di siti di costruzione.

Tuttavia, negli ultimi anni, lo Shandong ha utilizzato attivamente le superfici dei tetti in siti come fabbriche e edifici residenziali rurali per promuovere la generazione di energia PV distribuita, dando un nuovo slancio allo sviluppo verde.

Nel Nuovo villaggio di Zhangyanzhai a Liaocheng, è operativo un progetto per la generazione di energia PV su tetti da 11 megawatt.

“Finché c’è il sole, è possibile guadagnare denaro. La generazione di energia fotovoltaica può aumentare le entrate annuali del nostro villaggio di oltre 300 mila yuan, e il periodo utile può durare fino a 20 anni”, ha detto Zhang Wei, capo del Partito del villaggio.

La crescita della generazione di energia PV distribuita nello Shandong riflette gli strenui sforzi della Cina per sviluppare la nuova energia.

A novembre, la regione autonoma del Tibet nella Cina sud-occidentale ha avviato la costruzione di un progetto per la generazione di energia PV distribuita sui tetti a livello di contea, il primo del suo genere nella regione.

Secondo il piano quinquennale del Tibet per il periodo dal 2021 al 2025, la regione accelererà il suo sviluppo dell’energia solare PV, e la capacità installata totale nella regione dovrebbe superare i 10 milioni di chilowatt entro il 2025.

La Cina ha accelerato la sua spinta verde negli ultimi anni, innescando un boom nello sviluppo all’interno del settore della nuova energia, con un primato mondiale della capacità installata .

Alla fine del 2021, la generazione annuale di energia del Paese dalle fonti eolica e solare rappresentava l’11,7% del suo consumo totale di elettricità.

Inoltre, la Cina ha varato una serie di misure per muovere significativamente la sua capacità di energia eolica e solare installata verso un mix energetico a basse emissioni di carbonio, sicuro ed efficiente.

In un piano d’azione nazionale pubblicato a maggio di quest’anno, il Paese si è impegnato ad accelerare la costruzione di grandi basi eoliche e fotovoltaiche nei deserti, e a incoraggiare al contempo la generazione di energia distribuita nei villaggi, nei parchi industriali e sui tetti degli edifici.

Secondo il piano d’azione, entro il 2025, metà dei nuovi edifici delle istituzioni pubbliche avranno impianti a energia solare sui loro tetti. (Xin) © Xinhua

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteCina: utilizzo energia elettrica +3,5% nei primi 11 mesi
Articolo successivoLoggia 2023, Rolfi si candida: “Era necessario partire”