Il Purchasing Managers' Index (PMI) per il settore non manifatturiero della Cina si è attestato a 41,6 a dicembre 2022, in calo da 46,7 a novembre, ha riferito oggi l'Ufficio nazionale di statistica (NBS). Una lettura superiore a 50 indica un'espansione, mentre una lettura inferiore rispecchia una contrazione. Il settore delle costruzioni ha mantenuto l'espansione a dicembre, con il sottoindice per le attività commerciali che ha raggiunto 54,4, un punto percentuale in meno rispetto al mese precedente. Il settore dei servizi è stato più debole a dicembre, dal momento che il Covid-19 e altri fattori hanno pesate sulle attività di mercato. Il sottoindice per le attività commerciali è calato di 5,7 punti percentuali rispetto al mese precedente, a 39,4. Tuttavia, i sottoindici che misurano le attività commerciali nel trasporto aereo, nelle telecomunicazioni, nella radio e nella televisione, nei servizi di trasmissione satellitare e nei servizi monetari e finanziari, si è attestato sopra 52 e si è mantenuto nel margine di espansione. I sottoindici per le attività commerciali nel commercio al dettaglio, nel trasporto su strada e nell'ospitalità e ristorazione sono rimasti sotto 35. La domanda nel mercato non manifatturiero è calata a sua volta, con il sottoindice per i nuovi ordini in calo di 3,2 punti percentuali rispetto al mese precedente, a 39,1. I dati di oggi hanno anche mostrato che il PMI per il settore manifatturiero della Cina si è attestato a 47 a dicembre, in calo da 48 a novembre.

Il Purchasing Managers’ Index (PMI) per il settore non manifatturiero della Cina si è attestato a 41,6 a dicembre 2022, in calo da 46,7 a novembre, ha riferito oggi l’Ufficio nazionale di statistica (NBS).

Una lettura superiore a 50 indica un’espansione, mentre una lettura inferiore rispecchia una contrazione.

Il settore delle costruzioni ha mantenuto l’espansione a dicembre, con il sottoindice per le attività commerciali che ha raggiunto 54,4, un punto percentuale in meno rispetto al mese precedente.

Il settore dei servizi è stato più debole a dicembre, dal momento che il Covid-19 e altri fattori hanno pesate sulle attività di mercato. Il sottoindice per le attività commerciali è calato di 5,7 punti percentuali rispetto al mese precedente, a 39,4.

Tuttavia, i sottoindici che misurano le attività commerciali nel trasporto aereo, nelle telecomunicazioni, nella radio e nella televisione, nei servizi di trasmissione satellitare e nei servizi monetari e finanziari, si è attestato sopra 52 e si è mantenuto nel margine di espansione.

I sottoindici per le attività commerciali nel commercio al dettaglio, nel trasporto su strada e nell’ospitalità e ristorazione sono rimasti sotto 35.

La domanda nel mercato non manifatturiero è calata a sua volta, con il sottoindice per i nuovi ordini in calo di 3,2 punti percentuali rispetto al mese precedente, a 39,1.

I dati di oggi hanno anche mostrato che il PMI per il settore manifatturiero della Cina si è attestato a 47 a dicembre, in calo da 48 a novembre. (Xin) © Xinhua

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteCina: PMI settore manifatturiero in calo a dicembre
Articolo successivoBuon 2023, i Fuochi illuminano Brescia