Coronavirus, non abbiamo capito niente, c’è ancora troppa gente in giro. Tranne i controlli
Telegram

Le cose sono due: o non abbiamo capito niente o siamo menefregisti o peggio ancora egoisti. Si perché anche oggi c’è troppa gente in giro.
Venite con noi e vi concentriamo in pochi minuti un tour per la città per noi durato quasi tre ore… da est della città a sud, fino a ovest e centro cittadino, piazza Vittoria così come piazzale Arnaldo.

Ecco abbiamo visto di tutto. Tranne i controlli. Non abbiamo incontrato 1 sola pattuglia della Polizia Locale ma nemmeno di Polizia o Carabinieri. Nessun controllo

Telegram

Però abbiamo incontrato tanta gente che, palesemente, non era in movimento per esigenze sanitarie, lavorative o, purtroppo, quella più generica “casi di necessità”.

Ecco che quindi, anche questa mattina nei bar, non troppi per la verità aperti, i pensionati a bere il caffè o il bianchino, sugli autobus, alle 10 del mattino persone che penso ben pochi motivi di muoversi da casa avessero, ragazzi a spasso.
Code all’esterno di filiali bancarie o davanti ai Caf.

È chiaro, non abbiamo capito niente, ce ne freghiamo e capiamo solo davanti a delle sonore stangate, multe o denunce.

È altrettanto chiaro che perchè la gente stia a casa è necessario chiudere tutto ciò che non sia di primaria necessità, gli alimentari. Chiudano le banche, per la sicurezza di tutti, chiudano i caf, chiusure al pubblico ma oggi, molti di questi servizi vengono già erogati on line. Mettiamoci di impegno.

Si fermino i mezzi pubblici, tutti… forse passa la voglia di andare a zonzo per passare la giornata. E, non da ultimo, ci siano i controlli. Che la Polizia, questa volta, sia in giro per dare multe a pioggia, ma non per il divieto di sosta

Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!