Depuratore del Garda, la versione del commissario Visconti
Telegram
Telegram

Nella tarda mattinata di oggi la vicenda del nuovo depuratore per il Lago di Garda è approdata alla Commissione Ambiente della Camera dei Deputati. Due i blocchi principali dell’audizione: il primo con la relazione del prefetto e commissario straordinario Attilio Visconti, il secondo con gli interventi degli attivisti contrari alla scelta di porre gli impianti a Gavardo e Montichiari.

Dopo la relazione di Visconti, con ragioni di tale scelta e la breve cronostoria per inquadrare la situazione, la parola è passata ad alcuni Deputati che hanno sollevato alcune obiezioni cui poi Visconti a potuto a sua volta replicare.

Queste le risposte su temi come le tempistiche della scelta, la sua nomina a Commissario, il coinvolgimento dell’Università di Brescia, la vita stimata della sublacuare e la mozione Sarnico.

Telegram
Telegram
Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteTanti turisti, tanti rifiuti. L’allarme di Garda Uno
Articolo successivoLieve flessione del tasso di positività, 56 nuovi casi a Brescia