Telegram
Telegram

Al via nel Comune di Ghedi il servizio di tamponi gratis per gli studenti dell’Istituto comprensivo. L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra il locale Istituto Comprensivo, l’AGS (Azienda gardesana servizi) e l’Amministrazione Comunale di Ghedi.

Nello specifico gli studenti delle classi dell’Istituto Comprensivo di Ghedi possono effettuare – in gruppo, senza code o prenotazioni – presso la Farmacia Comunale numero 1 il tampone (sia T0 che T5 o T10) per tenere sotto controllo la situazione.

Insomma, al verificarsi di possibili problematiche legate a contagi e positività, i rappresentanti di istituto possono chiamare direttamente l’AGS, che provvede a mettere a disposizione il personale sanitario necessario per effettuare i tamponi a tutta la classe. Il tutto senza mandare alla ricerca di un tampone i genitori, e testando in una volta sola il gruppo di studenti della stessa classe.

Telegram
Telegram

Le parole del Comune

Il servizio è del tutto gratuito per le famiglie ghedesi, dato che l’AGS ha scelto di sobbarcarsi il costo di questi tamponi: “Questo è un servizio estremamente importante – è il commento del sindaco, Federico Casali, e dell’assessore alla pubblica istruzione, Marica Da Re – uno dei primi, se non il primo in assoluto, di questo genere entrato in funzione in tutta la provincia di Brescia”.

“Grazie alla cooperazione instaurata con l’Istituto Comprensivo e con AGS, alla quale spetta il nostro ringraziamento per aver accettato di sobbarcarsi il costo dei tamponi, le famiglie di Ghedi possono guardare a questo adempimento in tutta tranquillità – hanno aggiunto – Possono recarsi comodamente con i loro figli alla Farmacia 1 ed effettuare il test vicino a casa, gratuitamente e senza l’obbligo di prendere appuntamenti o effettuare ricerche affannose per trovare spazio in liste sempre esaurite”.

“Si tratta di un risultato concreto e positivo che dimostra nei fatti la volontà di essere sempre a sostegno della comunità e di cercare di risolvere nel migliore dei modi i problemi che di volta in volta si possono verificare”, hanno concluso.

Le parole di AGS

“Non appena siamo stati coinvolti in questo progetto – spiega l’amministratore unico, Ivano Migliorati – abbiamo aderito immediatamente. La nostra azienda, per statuto, riserva un occhio di riguardo alla comunità di Ghedi e alla possibilità di offrirle un sostegno concreto ed efficace. Il servizio di tamponi che abbiamo messo a disposizione per gli studenti dell’Istituto Comprensivo incarna in pieno questo spirito”.

“Le famiglie ghedesi non devono spendere nulla per questo test – ha concluso Migliorati – Preciso che i costi rimangono in carico all’AGS, che in seguito potrà adire le pratiche per ottenere il rimborso dalla Regione. Senza dubbio un aspetto significativo, ma mi preme sottolineare che anche senza questa possibilità di rimborso avremmo ugualmente messo a disposizione dei ghedesi questo servizio proprio perché lo riteniamo di grande importanza per tutta la nostra comunità”.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteAISLA, apre il magazzino solidale “per il riciclo virtuoso”
Articolo successivoMoratti: “66% persone in terapia intensiva è no vax”