Telegram
Telegram

Il Brescia vince ed allunga in vetta alla classifica. La squadra biancoazzurra, sospinta dal calore del pubblico dello stadio Rigamonti, vince 2-1 sul Foggia dimostrando di meritare appieno il primo posto in classifica. Brescia capace, una volta ancora, di reagire ad uno svantaggio riuscendo nella seconda parte di gara a segnare il gol vittoria con il solito Donnarumma. Non è stato certo facile battere il Foggia degli ex Leali e Zambelli. La squadra di Eugenio Corini ci è riuscita grazie alle reti di Martella su calcio piazzato nel primo tempo e del solito Donnarumma su respinta da calcio di rigore. Nel primo tempo la doccia gelata di un pomeriggio di festa arrivava già al 4′ con Romagnoli a lisciare un pallone facile in area di rigore spianando la strada alla rete del vantaggio foggiano con Galano. Imparabile la conclusione per Alfonso. Tante le occasioni sciupate dalla squadra di Corini. Ndoj e Torregrossa avevano sui piedi la palla dell’1-1 ma sprecavano malamente. Il gol arrivava da calcio piazzato con Martella a trovare il pertugio e l’angolino dove Leali non arrivava. Nella ripresa Torregrossa prima sprecava una ghiotta opportunità per siglare il 2-1. Ma Torregrossa era bravo poco più tardi a conquistarsi un calcio di rigore per un tocco di Loiacono sull’attaccante. La protesta del Foggia non mutava la decisione dell’arbitro. Dal dischetto Donnarumma si faceva parare la prima conclusione da Leali, sulla seconda l’ex portiere non poteva nulla. Per l’attaccante gol numero 24 in campionato, 26° stagionale. Un Brescia ad allungare così in classifica a quota 53 punti a +3 sul Palermo secondo e +5 dal Lecce che deve però ancora giocare. Grande spettacolo sugli spalti con oltre 10 mila tifosi. Esulta il Brescia per l’ennesima rimonta. Ora martedì il derby con il Verona.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedentePedersoli fa suo il Rally 1000 Miglia: vittoria del pilota bresciano
Articolo successivoEmozioni forti: Zambelli in lacrime lascia lo stadio Rigamonti