Telegram

Due sigilli ad altrettanti supermercati di Montichiari, il Famila di via Brescia e il Lidl di via Trieste. A seguito dei controlli della Polizia locale monteclarense era infatti emerso che in questi due centri proseguivano la vendita di prodotti non consentiti dall’ultimo decreto.

Questo è valso ai punti vendita una sanzione per il mancato rispetto delle norme e la chiusura per cinque giorni. Toccherà poi al Prefetto, alla luce di quanto scritto sul verbale della Locale, decidere se questa misura possa bastare o se debba essere inasprita ulteriormente.

Per quanto riguarda il Lidl sembra che venissero tranquillamente venduti prodotti come vestiti e giocattoli, sicuramente non beni di prima necessità, mentre al Famila gli scaffali con questi prodotti “vietati” erano a portata di mano dei clienti quando invece dovrebbero essere interdetti almeno visivamente.

Telegram

“Nonostante sabato su mia precisa indicazione la Polizia Locale si fosse recata in tutti i supermercati di Montichiari per chiarire che oltre i generi alimentari potevano essere messi in vendita solo quelli consentiti, oggi purtroppo è dovuta intervenire chiudendo per 5 giorni due supermercati – ha scritto il sindaco Marco Togni su Facebook – Se i negozianti o peggio ancora piccoli negozianti devono stare forzatamente chiusi per le limitazioni del Dpcm, è scorretto e non leale che pari merci vengano poste poi in vendita nei supermercati. Sono molto dispiaciuto dell’accaduto ma se vi sono delle regole queste devono valere per tutti”.

Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!