La Simeoni inaugura il Calvesi: “Quel giorno mi ha cambiato la vita”
Telegram
Telegram

A distanza di nove anni dalla sua chiusura, questa mattina il campo Calvesi è stato riconsegnato ai bresciani dopo la bonifica. Un impianto storico del territorio che ha visto passare migliaia e migliaia di giovani, oltre che il celebre record del mondo di salto in alto firmato da Sara Simeoni il 4 agosto 1978.

E proprio la Simeoni è stat l’ospite d’onore della cerimonia di questa mattina, che finalmente ha visto nuovamente riempirsi le tribune per un doveroso “ben tornato” a questo punto di riferimento dello sport nostrano.

“Basta guardare i ragazzini che ci sono qui e l’entusiasmo che hanno. Sicuramente è un bel messaggio il fatto che questo campo sia restituito alla città – ha detto la campionessa olimpica – Io ho un ricordo bellissimo di questo impianto, poi quel giorno mi ha cambiato la vita”.

Telegram
Telegram

La bonifica

Il progetto di bonifica ambientale e di ripristino del Calvesi, che occupa un’area di circa 36mila metri quadrati, ha interessato in particolare le aree verdi adiacenti alla pista, per una superficie pari a 23.369 metri quadrati. I lavori, iniziati nel mese di febbraio del 2019, si sono conclusi a maggio di quest’anno, per un costo totale di 3.346.000 euro.

Il Calvesi oggi

L’impianto sportivo è costituito da un campo di atletica per salti e lanci, una pista di atletica leggera che delimita il campo (formata da un anello di circa 400 metri a otto corsie regolamentari con manto drenante) e da una tribuna in gradoni di cemento armato, con seggiolini in pvc, della capienza di circa 700 spettatori e coperta con una struttura leggera in legno lamellare.

Sotto alla tribuna si trovano gli spogliatoi maschili e femminili (per atleti e per i giudici di gara), i locali per i servizi e il magazzino. Sul lato nord si trova un fabbricato utilizzato per spogliatoi e per il deposito degli attrezzi. La struttura è circondata da una fascia verde con alberi.

Il campo, affidato alla società Centro Sportivo San Filippo Spa, sarà gestito dalla società sportiva Atletica Brescia 1950 che garantirà un’apertura dalle 8 alle 23, dal lunedì alla domenica. Si tratta di una struttura per l’allenamento che sarà a disposizione di squadre, scuole e privati. Questi ultimi dovranno essere affiliati a federazioni sportive oppure alla società sportiva Atletica Brescia 1950, in modo da garantire la necessaria copertura assicurativa. Per prenotare il campo si potrà contattare il direttore sportivo dell’Atletica Brescia 1950, Stefano Martinelli. La struttura sarà destinata esclusivamente all’allenamento, mentre le gare si svolgeranno al centro di atletica di Sanpolino.

Telegram
Telegram

Il Pirlo delle 6

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni giorno, orario aperitivo, le principali notizie pubblicate sul sito!

Articolo precedenteSognare non costa nulla. Ecco le finali di Champions
Articolo successivoPonte del 2 giugno: previsioni traffico da pre-covid